Coraggio

04012014090

C’è sempre una filosofia per la mancanza di coraggio.
Albert Camus

Questa bella citazione l’ho trovata sulla prima pagina dell’ultimo libro di Fabio Volo. Ora voi direte che ci vuole coraggio a leggere i libri di Fabio Volo e io vi risponderò che per l’attesa di un’ora alla lavanderia automatica vanno benissimo. Con buona pace del coraggio. Ci vuole coraggio a sorridere malgrado la vita ti abbia portato via le persone più care. Ci vuole coraggio a superare la tristezza, il dolore e il vuoto che hanno lasciato. Ci vuole coraggio a difendere le proprie idee, a voler cercare la chiarezza, a fare il primo passo, a dare un nome alle cose.
Quando sul tram tutti ci guardavano perché eravamo io, te e due ragazzi disabili uno dei quali si faceva notare e tu hai detto ad una signora che lo fissava con gli occhi incollati: “Scusi, ma cosa c’è da guardare?” Ci vuole coraggio quando la collega despota e più temuta della scuola impreca sul portone all’uscita degli alunni: “Io tutti questi albanesi li butterei in Arno!” Perché il babbo di un bimbo tardava a venire a prenderlo e lei si era spazientita. Ci vuole coraggio quando al mio ti voglio bene rispondevi sempre, anch’io. Magari lo scrivevi ma dirlo è un’altra cosa. Ma una volte l’hai detto. Tu per primo. Secondo me da quella volta hai rotto il ghiaccio e ora lo dici sempre senza paura. A volte anche per primo. Ci vuole coraggio a sapere che da quella sala operatoria magari nemmeno esci viva perché l’operazione è grossa e noi di corsa giù dai monti a guidare come matti perché ci aspettavano. Ci aspettavano per un saluto e un sorriso. Ci vuole coraggio a vivere. A vivere pianamente. Ci vuole coraggio a morire. A morire senza farlo pesare agli altri, senza dir loro che la morte sta arrivando. Ci vuole coraggio a compiere cinquant’anni, guardarsi allo specchio e farsi un sorriso. Perché sì, cinquant’anni ci sono, ma c’è chi li porta peggio e magari era così a trenta. Ci vuole coraggio a vivere il presente che è l’unica cosa che abbiamo senza rifugiarsi nei ricordi o nei progetti che ancora non ci sono. Io non so se ci vuole coraggio anche ad amare o se quando si ama tutto viene naturale, ma di sicuro so che il coraggio è una forma d’amore. Luminosa, con i capelli al vento e un fazzoletto rosso al collo.

Annunci

42 thoughts on “Coraggio

  1. intanto ci vuole coraggio a dichiarare di leggere i libri di fabio volo, perché ti esponi alle critiche di tutti quelli che amano fare gli snob e dire che ci vuole coraggio a leggerli (e poi magari li leggono di nascosto).
    tornando seri, penso che ci voglia coraggio ad amare anche quando, nell’amore, viene tutto facile, e anzi, a maggior ragione in quei casi, perché sappiamo che tutto è destinato a finire e ad essere strappato via.
    e mi fai pensare che il coraggio sia davvero una forma d’amore, forse la più grande.
    gran bel post.

  2. Ci vuole energia, anche. A volte mi sembra di non avere coraggio, e invece è solo pigrizia, scoramento, sfiducia. Per quanto riguarda i cinquanta, ci vuole coraggio, sì: ma ti viene, insieme, un grande, grandissimo orgoglio.
    Ha ragione Miss Fletcher. Il coraggio è un’appassionata forma d’amore.

    • Secondo la mia esperienza il coraggio si autoalimenta. cioè, più osiamo, più facciamo scelte coraggiose più lui ci vuole bene venendoci incontro. Nei momenti di stallo e di indecisione tutto ci sembra impossibile.

  3. Ci vuole coraggio per tutto quello che hai scritto e ancora di più… In generale mi è sempre parso molto faticoso vivere ma poiché ha ragione da vendere Miss Fletcher l’unica strada mi è sempre parsa quella del coraggio.
    Ps. Fabio Volo è perfetto per la lavanderia ;)

  4. Coraggiosa dalla prima riga all’ultima. Un coraggio che invidio, cui ruberei al volo (no non fabio) il fazzoletto rosso al collo.

  5. Ci vuole coraggio ad essere se stessi, senza tradire mai le proprie scelte e le proprie emozioni. Ci vuole coraggio ad essere spontanei e mostrarsi sempre e con fierezza per quello che si è. Ci vuole coraggio per aiutare gli altri che magari sono in difficoltà e non farli sentire debitori. È una vita in cui ci vuole coraggio, tanto coraggio anche quando le paure più grandi ci opprimono da bloccarci il respiro.

  6. perchè sento tanta “toscanità” in quello che hai scritto? dovrebbe essere un concetto universale il coraggio, ma io lo sento vostro, come vi appartenesse per dna. Sarà per quel fazzoletto rosso o per quel sorriso un po’ spavaldo e un poco malinconico che vi affiora anche quando dite cose tristi, come una nota di coraggio, appunto, che argina il dolore.
    ml

    • Bella domanda gatto. Secondo me, l’incoscienza è il coraggio spinto agli estremi e con una punta di negatività/pericolosità verso se stessi o gli altri. Di fatto però è tutto molto relativo.

  7. hai postato una riflessione veramente profonda,
    mi soffermo su una cosa che hai scritto in un commento:
    “ci vuole coraggio per gioire”, fantastico.
    la paura più diffusa, nei tempi recenti, è quella di essere felici,
    non c’è più il coraggio di cercare la felicità e quindi gioire.

    TADS

  8. Non posso leggere parole così toccanti, mi vengono le lacrime agli occhi. Ci vuol coraggio sì a tirar fuori un sorriso da dentro che non sia solo una maschera. Grazie gioia, ti voglio bene sai…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...