Temporali estivi

temporale moregallo riccardo

Arriva all’improvviso. Una, due, tre gocce che picchiettano rumorosamente ma sembrano innocue. Saresti quasi tentato di non farci caso. Ma poi tutto precipita velocemente, come uno spartito che diventa andante maestoso dopo che le prime battute sono state eseguite da un triangolo. Arriva così adesso la pioggia in estate. L’hanno definita tropicale. E’ sì che me la ricordo ancora bene anche se il timbro sul passaporto mi dice che era il 1996. Me li ricordo bene quei tre mesi passati a Cuba dove alla pioggia tropicale, insieme alla horita, tempo indefinito che per il cubano può variare da cinque minuti ad un paio di ore, avevo piano, piano e con mia sorpresa imparato a convivere. Questa cosa all’inizio mi sconvolgeva. Uscire con il sole e poi ritrovarti a scappare in un fuggi, fuggi generale. Trovare rifugio sotto un portico, un cornicione, un terrazzo. A volte sotto una palma. Ma quando c’erano i fulmini no, la palma era meglio scartarla. Me lo ricordo quel gelato di Coppella, solo due gusti, fragola e cioccolato, che si squagliava portato via dalla pioggia torrenziale e noi a ridere e a baciarsi che tanto ormai eravamo bagnati fradici.
La fortuna delle piogge improvvise cubane è che nella maggioranza dei casi poi torna subito il sole. Un sole caldo che ristora. A volte puoi vedere perfino l’arcobaleno. Io una volta a Cuba ne ho visti due. Uno accanto all’altro come fosse un ponte a due campate. Era il giorno che partivo e che tornavo in Italia e stavo andando all’aeroporto. E benché avessi gli occhi gonfi di lacrime, quel ponte colorato è stato capace di farmi uscire un sorriso.
“ Corri, scappiamo in macchina che comincia a piovere. Sento i tuoni in lontananza” “Ma come? Se fino a poco tempo fa c’erano le stelle”. Non so se correndo abbia percorso quel ponte colorato in un giorno, un mese, un anno oppure in una vita intera. Basterebbe dire una horita e sarei ad oggi. Il rumore della pioggia ticchetta sulla carrozzeria. Siamo due spettatori privilegiati dentro una nicchia protettiva. Fuori uno spettacolo potente e antico. Lampi che fanno giorno e noi abbracciati. Il collo che si ritrae come se dovesse prepararsi ad attutire il colpo del tuono. E ridere e dirsi accipicchia com’era vicino. Non c’è più un attimo di tregua ormai. Solo il buio a volte prende il sopravvento ma la pioggia no, quella non si ferma. E mani che s’intrecciano oltre le mani. E dirsi “bello, bello, bello” ma solo con gli occhi, quasi per pudore. Dirlo a quest’acquazzone improvviso, alla notte, all’estate e a noi che ne siamo diventati misteriosamente parte.

Annunci

51 thoughts on “Temporali estivi

  1. ohhhma ma la Sandrina rende belli anche i temporali, che con il mio lavoro non è che le ami molto mi fanno sempre un gran penare!! anche se devo dire che quando arrivano di notte le trovo bellissimi!!

  2. I temporali estivi mi riempiono di energia e poi quel profumo di terra bagnata che si sprigiona dopo è impagabile. Certo meglio essere al riparo perché violenti son violenti.

  3. Ma che bello questo post! ebbene sì, quì da te sono proprio ripetitiva, ma non ne posso fare a meno. Ti leggo davvero con “gusto”!!
    Bei ricordi CUBA…. il viaggio di nozze ed anche il nostro primo viaggio in aereo e subito trans-oceanico…anch’io ricordo i forti acquazzoni e le onde alte che lambivano le prime case vicino al mare…bella Cuba e bella la sua gente!!!

  4. Come Stravagaria, dei temporali estivi mi piace quell’odore di pioggia che sale e quel fresco che finalmente ti asciuga la pelle umida per l’afa.
    È bello questo tuo ricordo, è stare a guardare la pioggia insieme a chi si ama. Anche se si è fradici; forse rintanati sotto un portico coi capelli bagnati è tutto ancora più bello!

  5. io amo il temporale mi metto dietro la finestra e osservo il cielo illuminato dai fulmini,quando ero bambina mi spaventavo del rumore dei tuoni e allora mio padre disse: il pericolo è il fulmine,quando lo vedi conta e potrai capire la distanza del temporale nel momento del tuono, ancora oggi lo faccio…….certo se poi sei in dolce compagnia c’è anche un del romanticismo…..serena giornata cara amica

  6. Molto bello questo pezzo di vita, penna bianca. Mi fa pensare a tutte le cose che non ho fatto e a tutte le esperienze che non ho avuto. Ma ormai è andata. Si tira avanti, per il tempo che rimane.

    • Ma no, dai, non dire così che mi ci fai rimanere male. Tutti noi abbiamo cose che non abbiamo fatto. Forse non le faremo mai ma l’importante secondo me è desiderarle ancora. Forza :-)

      • Cara penna bianca, l’uomo non può conoscere e sperimentare l’infinito. A un certo punto deve capire che fermarsi è necessario, selezionare le cose possibili e desiderare solo quelle. Non è una resa, ma la comprensione della condizione umana. Poi c’è chi non si arrende mai, a costo di rendersi ridicolo: ma io non sono neanche cavaliere!

        • La resa è un atto necessario talvolta e nemmeno un limite, anzi. Fa parte della dimensione delle cose. Trovo invece triste smettere di sognare e di fare progetti. A qualsiasi età. (di certi cavalieri sarebbe meglio farne a meno…)

  7. Cuba mi manca, nel senso che non ci sono mai stato pur volendolo da anni. E questa pioggia che descrivi, che fa da sfondo a ricordi così intensi, nonostante io preferisca di gran lunga il sole, me la fa desiderare ancora di più.

  8. qui finisce l’estate, gli occhi a volte pieni di lacrime, il gelato non mi piace, piedi stanchi ma si continua, via verso l’autunno, ciao pennina, sei sempre bella.

  9. ciao Sandravorrei parlare con Te di un’iniziativa a Cutigliano sulla letteratura… come faccio a contattarti? chiedo a Tatiana?salutoniGAia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...