Dentro uno zaino, gli auguri

Immagine 040

Chissà se avrà ragione Intesomale quando, rispondendo ad un mio commento dice: “il guaio delle fini è che non sono mai definitive…” Fatto sta che, se proprio devo immaginarmene una anzi, sceglierla in base a quella che sento più in sintonia, non è certo il 31 dicembre, né tanto meno il primo gennaio come inizio del nuovo. Mi sembra più giusta, come data di inizio di un ciclo, il 21 marzo, primo giorno di primavera, giorno dell’equinozio, punto gamma del segno dell’ariete che con la sua energia dirompente dà inizio al ciclo naturale delle cose e della natura. Però, il calendario, l’agendina e gli auguri che mi fate mi fanno pensare che questo è il momento scelto dalla società civile. Allora mi adeguo e con piacere preparo lo zaino per il duemilatredici. Cosa ci metto dentro? Carta dei sentieri, bussola e se voglio esagerare un satellitare perché a volte è bello perdersi, ma è bello anche sapersi ritrovare. Acqua fresca per le giornate afose e il thermos con una buona tisana ai frutti di bosco e ginger per quelle gelide perché abbia sempre sete. Una bottiglia di vino da bere con gli amici dentro il rifugio dopo una lunga camminata e ridere, fare discorsi e ridere che ci vengono le lacrime agli occhi e magari quelle ce le ritroviamo a valle ma finché stiamo lì va bene e ci basta. Perché gli amici durante quest’anno appena trascorso sono stati spesso i miei guanti e i miei calzini termici. Uno specchio non solo per farmi bella ma perché ci sia sempre qualcuno che mi rimandi l’effetto delle mie parole, mi faccia vedere quali sono i miei nei, quali sono i miei punti forza. Un bengala da sparare in aria quando c’è bisogno di soccorso e sperare che qualcuno lo veda e ti dia una mano ma da sparare anche quando si è contenti per un incontro, un abbraccio interminabile, una frase detta senza inganno di testa, un bacio dato con morbidezza, l’amore fatto con amore. Ci metto anche un paio di grazie perché quando si cammina in montagna e si vede tanta bellezza non sia mai una cosa scontata. Non dare mai per scontato che si può camminare, vedere, fare uno sforzo. E di questo essere grati perché in fondo la vita mica va come vogliamo noi per queste cose. Ci metto anche il mistero. Il mistero per esempio di un messaggino che ho ricevuto con piacere ma del quale non conosco il mittente. “Cara Sandra grazie della tua gentilezza e della tua presenza che emana Amore sotto ogni forma”. Lo rimetto in circolo nell’universo. Magari torna indietro. Perché come si fa a vivere senza amore? Come si fa? Mi porto anche le mie ultime conquiste che non sono vette ma pur sempre una strada in salita: la libertà di essere pienamente se stessi, in onestà con la propria vera natura. Luci e ombre comprese. E poi, un moschettone al lato per agganciarci un sogno, un sorriso, un ‘massì’.
Ho quasi finito. Lo zaino è pronto. Ma non voglio riempirlo tutto, una tasca voglio lasciarla vuota. Si trova sempre qualcosa di bello per strada. Ecco, in quella tasca ci metto solo la fiducia. Perché non perda mai la voglia di dare alla vita la possibilità di regalarmi nuove esperienze e di affidare a lei quello che è il meglio per me, anche se non lo riconosco. In fondo, un anno fa nemmeno sapevo che esistesse il mondo dei blog, voi tutti, voi che siete una bella banda oltre i nick, oltre le parole. Ma ci pensate? Mai, mai, togliere alla vita la possibilità di sorprenderci. Ecco, questo è il mio augurio per il duemilatredici.
Buon anno!

…E riportare sempre i rifiuti a valle. Grazie ;-)

Advertisements

42 thoughts on “Dentro uno zaino, gli auguri

  1. Bello. Bello perché è un augurio di viaggio e di cammino di scoperte, e non di vette e di arrivi. Bello per quella tasca vuota. Bello perché capisco e condivido le sensazioni della scoperta del mondo dei “bloggheri”, quest’anno. Bello perché per riportare i rifiuti a valle ci vogliono spalle larghe, più che per portare uno zaino pesante. Buon anno, pennabianca!

  2. speriamo che il tuo bellissimo arrivi a tutti quelli che hanno tanta voglia
    di farsi sorprendere dalla vita ma non osano…buon 2013 buona vita buona scoperta

  3. finirò il 2012 con 900 metri di dislivello e i ramponi da ghiaccio, se me lo avessero detto non ci avrei creduto, la corsa di questi anni darà i suoi frutti, speriamo. vedi, poi si fanno cose che uno non direbbe mai, e invece. in zaino metterò una bottiglia di vino tra le altre cose, casomai non ce ne fosse abbastanza per brindare, e un salame che quello si fa mangiare sempre. saremo con degli amici carissimi. auguri cara, godi di questo inizio anno. un abbraccio.

    • Bravaaaaa! E non ti preoccupare, in salita di solito non si corre :-) Vedrai, sarà bello vedere le cose da lassù. E quando tornerai a valle non solo lo zaino sarà più leggero. Buona ramponata :-)

  4. È un augurio perfetto carico di aspettative di speranze che non bastano mai, e poi c’è molta umiltà e rispetto che credo rappresentino la chiave per accedere alla vita, quella quotidiana che ci rende protagonisti su una scena dove quasi sempre, le cose più semplici (che sono le più belle) vengono a mancare.
    Buon anno a te e al mondo dei blog

  5. Il tuo zaino è perfetto, non manca nulla e, se permetti, ne faccio uno simile anche per me perché non si sa mai, meglio essere pronti a mettersi in cammino. Un bacione e un abbraccio
    Ps. Anche per me il capodanno è un data sul calendario ma un augurio vale per ogni giorno e quindi anche il 31 dicembre può essere un buon giorno per fare gli auguri agli amici?

  6. Il tuo zaino è ancor + ricco dei sacchi di Babbo Natale e della Befana messi insieme: serenità e aspettative in ugual dosi, senso dell’amicizia, della lealtà e generosità in abbondanza. Ti auguro che il tuo zaino sia sempre così bello mari

  7. bello, affrontare l’anno come inizio di un viaggio, e quindi preparare lo zaino…. a proposito del 31 e del 1 gennaio come inizio, altri popoli iniziano il loro anno in altre date. il popolo islamico da inizio al nuovo anno con la primavera.il nauruz si celebra la notte del passaggio tra inverno e primavera . comunque buon anno a tutti!!

  8. Uno zaino davvero ricco: che meraviglia! Ti auguro di riempire la tasca vuota con ciò che ami di più e che desideri con il cuore.
    Buon 2013 Susanna

  9. E’ uno zaino il tuo, cara @Penny … che somiglia assai alla magica borsa di @Mary Poppins …
    Ma con il più, il tuo candore, il tuo profumo pulito, la tua memoria, i tuoi istanti di lieta grazia, i tuoi dolori che ti aprono e non ti chiudono mai, la tua cortese leggerezza, il tuo essere vento e fiume, acqua di mare e sassi o sentiero di montagna …. ed ancora molto di più !
    Non mutare mai, amica carissima …. è così rassicurante sapere che esistono Persone come te !!! :-)))
    @Bruno ….

    • Sei troppo buono con me, davvero troppo buono. Grazie delle belle parole che mi regali faccio finta di crederci, così per iniziare bene il duemilatredici :-) Buon anno di cuore Bruno.

  10. Non “parole che ti regalo”, mia cara Amica …. ma brandelli d’ emozione che Tu mi dai ( e non solo a me …. per la verità ) “ogni volta” che leggo un tuo post, e che mi sforzo di restituirti, talvolta penso riuscendoci, talvolta no ! Ma intatto, intero e struggente è l’ incanto che Tu ci dai, @Penny, sia quando rasenti la riva del fiume e, sedendoti all’ ansa, apri il Libro della tua memoria, sia quando ti inerpichi sui fianchi del monte e, l’ unica tasca vuota dall’ inizio, Tu la riempi di magie e tenerezze deliziose, senza tuttavia nasconderti che la vita è anche altro, quando si ridiscenda a valle ! :-)

  11. Davvero, che bello zaino ti prepari! Si vede che sei abituata alle escursioni, ad organizzarti per vivere in armonia con la natura e in equilibrio con te stessa… Io sono invece la solita casinista confusionaria, e la mia borsa – io non ho zaino, solo borse scalcagnate – è piena della solita roba inutile che non riesco o dimentico di buttare via: un DVD recuperato dall’amico perduto a cui l’avevo prestato con amore, fazzoletti di carta ormai stropicciati, penne che spesso perdono inchiostro imbrattando ogni cosa, un portafogli consunto che mi spiace buttare per la sua forma di chiave di violino, le chiavi di casa che non trovo mai, una boccetta di acqua di lavanda inglese dimenticata, il mio piccolo taccuino delle Holly Hobbie, il borsellino per le monete regalatomi dalla mia parrucchiera cinese, e fogli, foglietti e fogliettini vari con appunti che non riesco più a capire a cosa si riferiscano… Tutte cose che all’atto pratico non servono proprio a niente, se non a dire “guarda che caos! E’ sempre la solita Cri!”
    Ti penserò spesso, cara Penny (mi piace chiamarti come Bruno, il nostro cavaliere errante), così spero che un pezzetto di me riuscirà un giorno a fare un’escursione sui monti con te, quest’anno. Auguri grande, con affetto, tenerezza e simpatia: i sentimenti che un autentico essere umano ispira in un altro essere umano.
    (Ho ricevuto anch’io un SMS anonimo, il giorno prima della fine dell’anno. Solo che sono stata meno delicata di te, e sono riuscita a stanare il mittente. Avendo una sorpresa che mai mi sarei aspettata, minuscola e importantissima. E’ come dici tu: non si può vivere senza amore, comunque questa parola si declini; e nulla, nulla mai è scontato. E’ solo questo che dà significato, freschezza e fragranza all’esistenza.)

    • Dunque, lo zaino si prepara (più o meno con calma) pensando anche alla salita da fare, nella borsa invece ci si mette di tutto. Noi donne siamo l’asso per riempirle con bischerate. Parlo anche per me. Una volta un mio amico ci prese in giro una sera perché di cinque donne presenti nessuna aveva una penna in borsa (in verità io ho sempre un lapissino dell’iikea ma non andava bene). Puoi venire quando vuoi, la montagna aspetta solo amici . Buon anno anche a te Cri.

  12. Cara Sandra hai preparato uno zaino speciale, che va bene per ogni evento, perchè hai presentato tanti aspetti della vita quotidiana, come affrontarla ed accogliere il “meglio” di tutti i momenti vissuti. Grazie per questi AUGURI del nuovo anno!
    Cristina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...