Salti mortali

L’altra sera mi è venuta a trovare una bella cavalletta. Chissà se c’era già oppure è entrata con la porta aperta. E’ una cavalletta particolare. Una cavalletta a metà. Le manca una zampa, poverina, ma salta e vola senza troppi problemi. Provo una simpatia immediata per questa cavalletta zoppa perché deve essere difficile scavallettare con una zampa sola anche se lei sembra non preoccuparsene più di tanto. Forse è amica del grillo di pinocchio ed è venuta per ricordarmi qualcosa. Ricordarmi che ci sono persone che saltano, corrono, nuotano con una gamba sola e forse senza nemmeno quella. E così, quando sul divano di casa guardo con ammirazione e gli occhi in po’ lucidi le imprese degli atleti alle paralimpiadi non posso che autoimpormi un calcio nel sedere. Così, per ricordarmi che di fondamentale non mi manca nulla. Gambe comprese.
Menomati, handicappati, invalidi civili, disabili, diversamente abili, la lingua italiana si è sbizzarrita nel coniare i termini più disparati in base al periodo storico e politico. Quando mio fratello era piccolo andava di moda il vocabolo “infelice”. Come se chi lo pronunciava avesse un termine di paragone su cosa sia davvero la felicità. Perché, in verità, a guardarli bene nello schermo e in chi conosco da vicino, nei loro occhi vedo solo una sana felicità: luminosa, pura, disinteressata. Una felicità normale. Ma soprattutto, vedo un tale attaccamento alla vita che pochi felici hanno.

Advertisements

29 thoughts on “Salti mortali

  1. Ho pensato lo stesso vedendo le gare di Londra, tanti volti felici che hanno saputo volgere al meglio ciò che la vita ha messo loro a disposizione, forse qualcosa in meno dal punto di vista fisico ma qualcosa in più sul piano della tenacia e della voglia di vivere senza sprecare nulla.

  2. Una cavalletta “zoppa” …. @Pennywhite ?!?
    Lo siamo tutti … ma non ce ne accorgiamo, e più che ‘scavallettare’ felice comunque nel vento come la tua inattesa ( ma gradita ) ospite, mascheriamo scioccamente la nostra zoppìa interiore correndo ciecamente verso il nulla, come se il tempo non esistesse, o meglio esistesse solo per curvarsi al servizio dei nostri assurdi egoismi, della nostra non di rado inutile esistenza ! :-(
    Senza accorgerci, ahinoi, delle inesprimibili bellezze della vita e della natura che l’ incornicia …. e della miriade di piccoli, o grandi, creature che ci troviamo ad incrociare e che – al contrario di te – volutamente o involontariamente schiacciamo per proseguire la nostra corsa !!!
    Coltiva il tuo fiore profumato, @Penny, è bello sapere che ci sono persone come te ! :-)
    @Cavaliereerrante ….

    • Ma che bel commento! Sono senza parole. Lo so che erri, erri, ma c’ è un posto dove posso seguirti? Hai un Blog? Se è così bello quello che scrivi in un commento chissà cosa mi perdo…Grazie, comunque :-)

  3. Tempo fa mi sono ritrovata a dover risolvere un problema serio alla schiena, non potevo più camminare e sono stata per due mesi rinchiusa in casa, quando uscivo per la terapia soffrivo…ma non solo per il dolore. Questo handicap temporaneo mi ha fatto riflettere, ho provato le stesse sensazioni che sicuramente prova chi non è in grado di muoversi liberamente. Provavo una sorta di invidia perfino le persone che potevano spostarsi camminando normalmente con le proprie gambe, provavo un sentitimento di inferiorità, di impotenza nel non poter fare anche le cose ipiù elementari. Sono stati due mesi di frustrazioni e malinconia, non vedevo l’ora di tornare “normale”, di uscire, ricominciare a lavorare, prendere il treno e più semplicemente di camminare come prima. Le cose bisogna provarle in prima persona, solo che a volte ci sfugge che una cosa del genere può capitare a chiunque e in qualunque momento e solo allora ci fa caso a certi problemi, quindi ammiro doppiamente chi con l’handicap ci convive quotidianamente e perfino riesce a realizzare sogni impossibili, anche per chi si ritiene “sano e perfetto”.

  4. No …. cara @Penny, non ho un mio blog ( mi sono affacciato qui leggendoti da “Le Amiche del sabato”, il blog della mia amata amica @Sabby …. ed il tuo buon senso, la tua leggiadria mi hanno portato da te, imparando in questo spazio non poche cose ), ma amo tantissimo errare in luoghi come il tuo, dove c’ è posto per riflettere su noi stessi, sugli altri che sono, sempre e comunque ‘parte di noi’ ….. sulla vita, e dove mai si spegne la luce della Memoria e degli affetti che in essa vi brillano, e che illuminano le nostre non infrequenti solitudini !
    Breve la vita, brevi le sue stagioni appassionate …. ma se ci fermiamo talvolta e ritorniamo a pensare e ad incantarci sui suoi molteplici e multivariegati aspetti, il tempo si distende, non si piega più nè ai mesi nè agli anni … diventa un’ eternità possibile …. non più estranea nè ostile a noi, ed alla nostra ineludibile, disperata caducità !
    A bientot ….. cara amica di pensieri
    @Cavaliereerrante …

  5. chi lo sa, chi lo sa. sarà che io ci metto le mani di mestiere nell’infelicità quella lì, sarà che ci sono abituata, ma a me pare che sana felicità ne vedo poca. troppo poca. ma sta finendo la settimana e sono un po’ stanca, si si è solo questo.

  6. La normalità non esiste. La diversità non esiste. Mi dici chi ha deciso che cos’é normale? O al contrario chi è diverso? Siamo tutti esseri viventi…é questa la cosa che dovremmo tenere ben presente nelle nostre menti ottuse. Sono proprio le peculiarità e le particolarità di ognuno di noi a rendere questo pazzo mondo bellissimo.Dovremmo cercare, ogni giorno di aprirsi al prossimo come un discepolo si apre al maestro… perchè da ogni creatura possiamo imparare qualcosa… ogni creatura può arricchire la nostra valigia. Basta osservare, basta ascoltare.

  7. Che bello,, ringraziamo anche la “Eupholidoptera chabrieri”, nome scientifico della cavalletta che ha dato lo spunto a questa interessante riflessione. :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...